domenica 2 novembre 2014

Pumpkin pie...una crostata di zucca


Mi piace sperimentare nuovi sapori, abbinamenti, consistenze.
La zucca é davvero poco usata nella mia cucina, non siamo mai stati abituati a mangiarla in famiglia.
Usarla per farne un dolce, poi, mai!
É sempre così: se nella famiglia di origine non si usa cucinare e utilizzare alcuni alimenti, difficilmente in seguito se ne fa un uso quotidiano o almeno periodico!
Mi ricordo bene che in casa nostra, quando eravamo piccole sorelle, ce ne regalarono alcune bellissime, di forme diverse, che non usammo mai per mangiarle ma le utilizzammo decorando la cucina di mamma!

Questo ortaggio ha sempre destato la mia curiosità, sarà che le forme appunto sono uniche e bellissime, i colori altrettanto, dai verdi, ai gialli agli arancioni.
Tutto l'insieme ne fa un 'oggetto' d'arredamento divertente ma, nella sostanza, é un alimento ricco di sostanze benefiche, dolce e utilissimo in tanti impieghi diversi, dalla cucina alla cosmesi!

Io utilizzo spesso i semi di zucca nel pane, nei lievitati, hanno molto gusto!

E questa volta, ho deciso di preparare un dolce.

L'ho portato a casa di mia mamma per il pranzo domenicale e devo dire che l'accoglienza non è stata così 'calorosa' come mi sarebbe piaciuto ma ho trovato un clima di diffidenza...
All'assaggio (partivo già svantaggiata, dopo un pranzo stile romagnolo con tagliatelle al ragù, coniglio in porchetta e divine patatine fritte...) i giudizi sono stati mediocri.
C'è chi non l'ha neanche assaggiata (e questi voltagabbana ce li ho proprio in casa mia) chi invece ha anche apprezzato, mio padre.
Mia madre, il giudizio da me più atteso, ha detto che le é piaciuta, si, questa crostata ma...può anche bastare!
Mia sorella Laura ha detto NI...
Forse, ma dico forse, solo mia sorella Giulia (che comunque ha gusti ricercati e difficilissimi) avrebbe leggermente apprezzato visto che di zucca ne fa un largo uso!

Insomma, avete capito che me ne sono tornata a casa con la coda tra le gambe!!!
Ah...non vi ho detto se é piaciuta a me: si, mi é piaciuta!
Ma lo sappiamo...ogni scarrafone è bello a mamma soja!

Io ve la propongo, e se siete curiosi di assaggiarla o venite a casa mia a mangiarne una fetta o provate a farla voi!


               


Pumpkin pie - Crostata di zucca

Per uno stampo da 22 cm.

Per la pasta brisée:
250 gr farina grezza macinata a pietra
100 gr farina 00 raffinata
175 gr burro
1 cucchiaino di sale
7 cucchiai di acqua fredda

Per il ripieno:
1,5 kg di zucca pesata da cruda e con la buccia
2 uova
200 ml panna liquida
130 gr zucchero integrale di canna
2 cucchiaini di cannella in polvere
1 cucchiaino di zenzero grattuggiato
1/2 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
1 cucchiaio di Brandy

Ho iniziato cuocendo la zucca: dopo aver tolto i filamenti e i semi che si trovano all'interno della zucca, la tagliate a pezzi grossolani ( non troppo piccoli) e la ponete su una teglia coperta di carta da forno.
Cuocete a 180 gradi  con forno ventilato per un ora.
Nel frattempo ho preparato la pasta brisée.
Sulla spianatoia ho versato le farine formando un vulcano: al centro ho messo il burro tagliato a pezzetti, il sale ed ho iniziato a sabbiare il composto.
Ho aggiunto l'acqua piano piano, ho formato un panetto e, coperto di pellicola alimentare, l'ho messo in frigo a riposare per un'ora.

A cottura ultimata della zucca, l'ho tolta dal forno: aiutata da un coltello e una forchetta l'ho mondata togliendo la buccia e l'ho frullata con un mixer ad immersione.
A questo punto l'ho versata in una padella antiaderente e a fuoco vivace, mescolando continuamente, l'ho fatta asciugare fino a renderla compatta.
Ho pesato 350 gr di zucca e in una boule capiente l'ho unita allo zucchero, la cannella, i chiodi di garofano, lo zenzero, la panna e le uova sbattute precedentemente con una forchetta.
Ho mescolato bene il tutto e ho messo da parte.

Ho ripreso dal frigo la pasta brisée, l'ho stesa tra due fogli di carta da forno all'altezza di mezzo centimetro e ho adagiato la pasta con la carta da forno nella pirofila scelta.
Con le mani ho premuto bene sui bordi per farla ben aderire.
Ho versato nella base di brisée l'impasto di zucca, ho ben livellato e l'ho cotta in forno statico a 220 gradi per 15 minuti, abbassando il forno a 180 gradi per altri 45 minuti.

A cottura ultimata, l'ho sfornata e l'ho lasciata raffreddare bene prima di toglierla dalla pirofila.

Servitela con della panna montata leggermente zuccherata.

                         

               


                         



                         

                         


2 commenti:

  1. che bella,buona, che golosità,grazie per la ricettina,felice sera

    RispondiElimina