martedì 18 marzo 2014

Le zeppole!!!



Non possono di certo mancare nella mia cucina le tanto amate zeppole! 
Che sia San Giuseppe o San Geronimo o San Crispino, le zeppole sono dei dolci a cui non si può rinunciare, e si possono fare in ogni momento dell'anno.
Piccole, grandi, giganti, al forno o fritte.
C'è l'imbarazzo della scelta...
Io le faccio al forno, mia mamma le fa fritte, con la sua tecnica particolare che le rende leggerissime e non impregnate di olio.
Io le scelgo al forno per una questione di praticità e velocità, e in più per non affaticare il nostro fegato già provato dai numerosi assaggi di dolci e grassi di varia natura...visto che mio figlio le ama mangiare con la Nutella, se le facessi fritte, sarebbe un guaio!!!
Ma diciamocelo...fritta ha un gusto unico!

Le mie zeppole

Pasta choux

500 gr. farina 00
500 gr. acqua
250 gr. burro
5 gr. sale
5 gr. zucchero
12 uova

Per la crema pasticcera

1 litro latte intero
9 tuorli
300 gr. zucchero
130 gr. farina 00
30 gr. amido di mais
Scorza di un limone
1 bacca di vaniglia

Per le zeppole:
Il procedimento é lo stesso del precedente post: in un tegame versare l'acqua, il sale, lo zucchero ed il burro, portare a leggero bollore ed aggiungere in un sol colpo la farina.
Mescolare bene fino a che il composto non si stacca dalle pareti della pentola.
Spegnere il fuoco, togliere dalla pentola l'impasto e farlo raffreddare per una decina di minuti.
Versarlo nella planetaria ed azionare con la foglia: unire le uova, una alla volta.
Una volta che l'impasto "fila", é pronto per il sac à poche con bocchetta a stella.
Ungere di burro la leccarda e formare le zeppole distanziandole bene.
Infornare in forno già caldo a 220 gradi per 10 minuti, abbassare poi a 180 gradi per altri 10 minuti.
Negli ultimi 3 minuti, inserire un cucchiaio di legno tra lo sportello del forno per far fuoriuscire il vapore.
Sfornare, far raffreddare e passare alla fase 2, la più golosa: giro di crema e confettura di amarene!


Per la crema:
Separare i tuorli dagli albumi ed inserirli in un tegame d'acciaio largo, versare 100 ml. del totale del latte, aggiungere i semi della bacca di vaniglia, lo zucchero e mescolare con una frusta.
Inserire poi la farina e l'amido setacciati e mescolare ancora.
Versare i restanti 900 ml. di latte in un tegame di acciaio, inserire la scorza di un limone (biologico) e la bacca di vaniglia priva dei semi e portare ad accenno di bollore.
Versare il latte caldo sulle uova usando un colino per eliminare la buccia di limone e la bacca di vaniglia mescolando sempre con la frusta e riportarlo sul fuoco a fiamma media.
Far cuocere la crema: appena pronta togliere dal fuoco, mettere il tegame in un altro più largo con ghiaccio e acqua fredda e mescolare per far raffreddare rapidamente la crema (se avete la fortuna di possedere un abbattitore, usatelo).
Coprite con pellicola alimentare a contatto e mettere in frigo.

Adesso passiamo alla fase finale.
Prendere un sac à poche con bocchetta a stella, metterci la crema raffreddata e decorare le zeppole.
Finire con un po' di confettura di amarene: io ho usato quella fatta da mia mamma, superlativa! 
Spolverare con zucchero a velo, servire e gradire...




Le zeppole di mia madre

400 gr. farina 00
500 gr. acqua 
10 uova intere
160 gr. burro
1/2 cucchiaino di sale

In una pentola versare l'acqua, il burro, il sale e portare a leggerissimo bollore.
Togliere dal fuoco ed aggiungere la farina tutta in una volta.
Mescolare e rimettere la pentola sul fuoco, mescolare ancora bene fino a che l'impasto non si stacca dalle pareti.
Far raffreddare l'impasto e metterlo nella planetaria: aggiungere le uova, una alla volta.
Una volta pronto metterlo in un sac à poche con bocchetta grande a stella: formare la zeppola (della dimensione che desiderate) su un quadrato di carta da forno, fino ad esaurimento.
Adesso passiamo alla cottura.
Preparare un tegame largo con dell'acqua e portare a leggero bollore.
Inserire le zeppole, un po' per volta, nell'acqua calda con la carta da forno: appena si stacca la carta, toglietela e la zeppola andrà nel fondo della pentola.
Appena torna su, con l'aiuto di una schiumarola, toglietela, scolatela ed appoggiatela su di un canovaccio per farla asciugare, questo per tutte le zeppole.
Adesso prepariamo una padella con olio di semi di arachide per la frittura ed accendiamo il fuoco, portiamolo ad una temperatura di circa 170/180 gradi ed iniziamo a friggere le zeppole.
Rigiriamole spesso nell'olio bollente e appena raggiunto il colore giusto, togliamo a lasciamo assorbire l'olio in eccesso su carta assorbente.
Far raffreddare a passare alla fase di farcitura, come sopra descritto.




Adesso scegliete voi il tipo di cottura da utilizzare ma fatele, fatele queste zeppole che sono un toccasana per il nostro corpo e un'iniezione di buonumore che serve sempre!






3 commenti:

  1. Ciao, ti dedico questo premio :)

    http://mifaiunmuffin.blogspot.co.at/2014/03/premio-versatile-blogger-award.html

    RispondiElimina
  2. Grazie mille Erica!!! 😀

    RispondiElimina
  3. Provvedo oggi stesso a postare i ringraziamenti pubblici!

    RispondiElimina