giovedì 14 gennaio 2016

Challah...corona di rose al miele d'arancio



"Ti regalerò una rosa

Una rosa rossa per dipingere ogni cosa
Una rosa per ogni tua lacrima da consolare
E una rosa per poterti amare
Ti regalerò una rosa
Una rosa bianca come fossi la mia sposa
Una rosa bianca che ti serva per dimenticare
Ogni piccolo dolore"

Simone Cristicchi




Una corona di roselline per formare la Challah, un pane ebraico, leggermente dolce, che fa parte del pasto del Sabato.
La forma originale é di una grande treccia, questa versione a forma di corona fatta tutta di roselline, é una versione proposta da Re-cake.

Un piccolo lievitato per cominciare questo nuovo anno in compagnia degli amici di Re-cake, per condividere la nostra passione per la cucina.
La proposta mi é subito piaciuta per la forma aggraziata, per queste rose in cerchio, per questo fiore gentile prestato alla cucina.
Di facile realizzazione e di buona riuscita, poco dolce e piacevole all'assaggio si può abbinare a delle confetture, marmellate, si può mangiare a colazione o per uno spuntino nel momento del languorino! 

Questa é la locandina con la ricetta del mese di Gennaio.


                         
  

Io ho modificato poco: ho usato una farina integrale di grano duro macinata a pietra unita alla semola e l'ho insaporita con del miele d'arancio e succo d'arancia.




Challah

350 gr farina integrale di grano duro macinata a pietra Cappelli
150 gr semola di grano duro
10 gr sale
25 gr zucchero semolato alla vaniglia (ottenuto mettendo in un barattolo lo zucchero semolato e le bacche usate di vaniglia)
4 gr lievito secco attivo
1 uovo grande
40 ml olio di arachide
40 gr miele d'acacia 
150 ml acqua
q.b. granella di zucchero

Per la finitura
100 ml succo d'arancia
2 cucchiai di miele d'arancio
Zeste d'arancia bio


Ho setacciato le farine in planetaria, ho azionato il gancio e ho iniziato a versare il lievito, lo zucchero, l'olio, l'uovo ed infine il sale disciolto in una parte del totale dell'acqua e la restante acqua.

Chiaramente la quantità d'acqua varia a seconda della farina che usate, a seconda di quanto ne richiede, per cui la quantità che é presente negli ingredienti é puramente indicativa.
Continuare a mescolare fino a quando l'impasto risulta ben amalgamato e morbido.
Spegnere la planetaria, prendere l'impasto e finirlo di lavorare sulla spianatoia.
Formare una palla e porlo in una ciotola leggermente cosparsa d'olio.
La quantità di lievito che io ho usato é minore rispetto alla quantità indicata nel ricetta proposta dallo staff di Re-cake, per cui i tempi di lievitazione sono più lunghi.
Io ho posto la ciotola, coperta da pellicola, in frigo e l'ho lasciata lievitare per 24 ore, finché comunque é raddoppiato il volume.

L'indomani ho posto fuori dal frigo la ciotola con l'impasto e l'ho lasciato a temperatura ambiente per 30 minuti prima di riprenderlo e lavorarlo.

Ho preparato intanto una teglia di 24 cm di diametro, ho ricoperto con carta da forno e ho messo al centro una piccola teglia rotonda per delimitare bene lo spazio per le roselline.
A questo punto ho diviso in due il lievitato ed ho steso le due parti con il matterello ad un'altezza di mezzo centimetro.



                         



Ho ricavato dei cerchi di 12 cm di diametro con cui ho formato le piccole rose.

Le rose le ho formate così: ho sovrapposto tre cerchi, ho versato dello zucchero in granella e ho arrotolato su se stessi i cerchi.
Con un coltello affilato ho tagliato a metà il rotolino ottenuto e ho poggiato nella teglia le roselline ottenute poggiando sul fondo la parte piatta.

Ho distanziato le roselline di 2 cm circa l'una dall'altra formando così una corona.
Ho coperto con pellicola alimentare e ho messo a lievitare ancora per 2 ore circa.

Trascorso il giusto tempo per raddoppiare quasi di volume, ho infornato in forno caldo ventilato a 180 gradi per 20 minuti circa.

Nel frattempo ho preparato la salsa che mi servirà per finire il dolce.

Ho spremuto un'arancia, ho filtrato il succo e l'ho leggermente riscaldato, ho aggiunto 2 cucchiai di miele d'arancio e ho mescolato bene.

Trascorso il tempo di cottura della Challah, l'ho tolta dal forno e con un pennello ho spennellato ancora calda la corona facendo assorbire tutta la salsa al miele e arancia.



E ora prova assaggio!!!



                         





Grazie amiche di Re-cake 2.0, mi sono divertita! Alla prossima!!!

          
  

4 commenti:

  1. Bella complimenti!
    Piacere di conoscerti!

    RispondiElimina
  2. Grazie per aver giocato con noi!
    Braverrimah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ileana, grazie a te e alle altre amiche admin per darci la possibilità di metterci in gioco e divertirci!!!
      Un bacione :-)

      Elimina